Biblioteca

L’Istituto Ellenico di Studi Bizantini e Postbizantini di Venezia ha un’estesa biblioteca moderna contenente migliaia di libri. Ci sono circa 28.000 titoli, con importanti volumi che si riferiscono principalmente alla storia, alla letteratura e all’arte bizantina e post-bizantina, alla storia delle regioni greche occupate dai Veneziani, ma anche alla storia e letteratura italiana ed europea.
I libri della biblioteca provengono principalmente da acquisti, ma anche da donazioni o scambi di opera e volume, edizioni e articoli. L’ultima acquisizione è la donazione, dalla Sacra Arcidiocesi Ortodossa d’Italia all’Istituto Ellenico, della biblioteca personale del beato metropolita d’Italia Gennadio, composta da circa 2.000 volumi. La biblioteca dell’Istituto ospita anche un numero significativo di riviste scientifiche internazionali ed è l’unica biblioteca in Italia a contenere la più importante collana di riviste greche, coprendo così le esigenze di ricerca della più ampia comunità scientifica di Venezia.
Parte integrante della biblioteca dell’Istituto sono la Biblioteca dei Manoscritti e dei Libri Antichi e Rari.

Libri Antichi e Rari

La Biblioteca dei Libri Antichi e Rari dell’Istituto Ellenico comprende più di 3000 titoli di libri greci e in lingua straniera, provenienti dalla ricca biblioteca del Collegio Flangini. Si tratta di opere di filosofia, retorica, teologia, matematica, geografia, pedagogia, manuali commerciali, enciclopedie, dizionari, grammatiche, ecc. del periodo che risalire dal XVI secolo alla fine del XIX secolo. Molte opere sono stampate nelle tipografie greche di Venezia, come le stamperie di Gliki, Theodosiou, San Giorgio e Fenice (Foinikas).
 Attualmente i volumi antichi e rari in possessione dell’Istituto si stanno sistematicamente registrando al fine di formare un database e poi, un moderno catalogo scientifico con tutte l’oprere esistenti.

Manoscritti

L’Istituto possiede una preziosa collezione di 47 manoscritti greci. Tra questi, di particolare interesse sono: tre Vangeli su pergamena (XII-XIV secolo), il manoscritto di Pseudo-Callistene Il Romanzo di Alessandro, opera del XIV secolo con 250 miniature a colori, quaderni autografi dell’arcivescovo Greco-ortodosso Gabriele Severo (1581-1588), manoscritti musicali vari e il libro Presentazione o Parrisía della chiesa di San Giorgio dei Greci di Venezia. In questo libro sono stati registrati i nomi dei benefattori della chiesa di San Giorgio secondo il loro luogo di origine, che sono stati menzionati durante il servizio divino.